24/06/17

Insomma, i NOI vinsero le elezioni, i foresti presero il premio di consolazione, e i LORO,come diceva Katia Motta, capirono che il potere logora, chi non ce l'ha...più.

I NOI vinsero le elezioni  i foresti presero il premio di consolazione, e i LORO,come diceva Katia Motta, capirono che il potere logora, chi non ce l'ha...più. 

E questa cosa in taluni si vedeva . Non in tutti, sia chiaro. Ma Il narratore non la sopportava. Non la delusione dei LORO, comprensibile. Ma quella acredine insulsa, acida, pretestuosa, tipica dei presuntuosi e degli spocchiosi. Come se l'esito elettorale, non fosse stato appunto, un esito elettorale, ma un furto. Come se l'amministrazione in qualche modo spettasse loro per diritto acquisito. Quindi, la sconfitta gli stava bene. Assai bene. Ancora di più. Aggiungiamo un di più ancora. 

Dopo l'esito elettorale, venne convocato il primo consiglio comunale. Era il caso di dire che erano tutti emozionati e " caldi ". Il sindaco Enrico Diacci, nel suo discorso di insediamento, fece notare che non, a Novi, erano cambiate le cose. Ma il mondo, era cambiato. Aveva ancora una volta dimostrato la conoscenza del reale. Aveva in qualche modo fatto notare gli anacronismi ideologici odierni, richiamando alla concretezza delle cose, senza però dimenticare le radici della storia comune di tutti. Le basi. Ciò che in sostanza i partiti avevano dimenticato. Il narratore di ciò, ne era compiaciuto assai. E non solo il narratore. 


Il consiglio comunale e la giunta erano cosi composti
(copiamo un po' dal sito ufficiale www.comune.novi.mo.it ) : 



Presidente del consiglio comunale: Claudio Tioli ( ..ovvero SUPERTIOLO ! ) 
Vicepresidente: Mario Enrico Rossi Barattini

CENTRODESTRA NOVIPref.NOI LISTA CIVICAPref.   INSIEME AL CENTRO SINISTRAPref.
1) Rossi Barattini     Mario EnricoCandidato
Sindaco
1) Bacchelli Susanna871) Olivetti GiuliaCandidato
Sindaco
2) Grossi Giorgia832) Zenoni Dario137
3) Tioli Claudio773) Rossi Marina118
4) Zanardi Matteo774) Ferrari Marco110
5) Fabbri Mauro60
6) Fracavallo
    Alessandro
58
7) Diacci Marzia57
8) Martinelli
    Riccardo
51
9) Malavasi Norma50
10) Turci Elisa43
11) Galiotto Gloria34
 La giunta invece era cosi composta: 
Mauro Fabbri è andato l’incarico di Vicesindaco ed Assessore allo sviluppo economico e al bilancio; a Susanna Bacchelli sono affidate le deleghe ad ambiente, urbanistica e politiche giovanili mentre ad Alessandro Fracavallo  quelle allo sport, attività ricreative, promozione e gestione delle relazioni con l’associazionismo. Norma Malavasi si occuperà dei servizi sociali ed Elisa Montanari di istruzione e cultura.
Il Sindaco ha inoltre nominato tre consiglieri delegati: Giorgia Grossi all’osservatorio locale del paesaggio, Elisa Turci al turismo sostenibile e Matteo Zanardi alle politiche agricole.
Presidente del Consiglio è stato nominato Claudio Tioli mentre la Vicepresidenza è andata a Mario Enrico Rossi Barattini.
Dopo le ultime consultazioni elettorali – dichiara il Sindaco Enrico Diacci – è arrivato il momento di formare la nuova giunta di assessori che mi affiancherà in questo mandato amministrativo. E’ una giunta giovane, costituita da cinque persone, di cui tre donne e due uomini, tutti candidati nella lista elettorale che mi sosteneva. Grazie alla stretta collaborazione con gli Assessori presenti in giunta e con i Consiglieri Comunali che mi affiancheranno nelle attività istituzionali, cercheremo di concretizzare le tante idee che durante la campagna elettorale sono emerse dal confronto con i cittadini e che sono state riportate nel programma elettorale; con l’ obiettivo di migliorare concretamente il nostro comune”.
____________________________________________________

I capigruppo erano Giorgia Grossi per i NOI ( vice, Riccardo Martinelli ), Giulia Olivetti per i LORO ( il narratore lo scriveva che sarebbe stata una brava capogruppo di opposizione, mesi fa, no ? ... ) e per i FORESTI, Rossi Barattini Mario Enrico. Verso quest'ultimo oggi un piccolo moto di simpatia, beh il narratore lo ha avuto: Si è trovato anche il foresto.... UNO E TRINO, come una volta, il narratore ( consigliere, capogruppo, e vice-presidente del consiglio comunale ). Nel consiglio dell'unione TDA, Giorgia Grossi, Matteo Zanardi, Elisa Turci, Marzia Diacci come supplente, per i NOI, e Dario Zenoni e Marina Rossi, per i LORO.

I NOI avevano proposto ai LORO, la presidenza del consiglio comunale. I LORO non avevano voluto. Entrambi posizioni rispettabili. Ma qualcuno dei NOI avrebbe voluto fare la votazione sibillina. Tuttavia, non sembrava il caso. Nel saluto dei capigruppo ( dimenticato di essere citato dal presidente, per via dell'emozione del nuovo ruolo, ma SUPERTIOLO, è SUPERTIOLO, aspettate e vedrete....) Giulia Olivetti si era atteggiata in modo carino, ma tentando di rimarcare una presunta " superiorità " politica e amministrativa, e Barattini, aveva rimarcato " voi dei NOI siete di sinistra blablabla ". 

Beh, ci aveva pensato Giorgia Grossi, capogruppo di NOI, LISTA CIVICA, a "pettinarli  " entrambi bene a modo. E che " pettinata " signori. Che gustosa " pettinata " . 

Il primo consiglio comunale era terminato. Il narratore augurava buon lavoro a tutti. E avrebbe continuato a narrare. Per quanto riguarda il comune di Novi di Modena, beh, è ovvio che sarebbero state narrazioni " filo governative ", per il resto non è dato sapere. Di certo il narratore avrebbe tenuto sempre vicino a se, una ... penna magica: 


Era risaputo, che portava bene. E magari in futuro, chi lo sa: 
Un tizio si era fissato sul fatto che a suo dire, Il narratore doveva assolutamente andare in via Aldo Moro a Bologna. Beh, sembrava un po' troppo anche al narratore. Ma con la penna magica, beh.... mai dire mai. Al sindaco di Novi di Modena, Enrico Diacci, aveva portato bene. 

Davide Boldrin